"Sono cresciuto in campagna, nella vecchia casa colonica dei nonni; fin da bambino piante, fiori e bulbi sono stati i miei compagni di giochi”


La storia


Nei ricordi sfocati dell’infanzia vedo ancora il giardinetto davanti a casa che mio padre curava con amore maniacale: vialetti di ghiaia fine, aiuole circolari e tanti fiori.

Rose, peonie, giaggioli, narcisi, tulipani, crochi…
All’epoca non avevamo molto terreno a disposizione, ma sul terrazzo babbo non rinunciava a dare sfogo alla sua creatività; biologo con la passione per il bricolage si inventò una torretta munita di tasche nella quale inserì dei bulbi: era nata la prima fioriera verticale!

Una trovata d’ingegno, forse ispirata ai grattacieli americani: se non c’è spazio in superficie, perché non cercarlo in alto? Per anni mio padre si è divertito nel tempo libero a preparare fioriere per gli amici, sperimentando piante da coltivare, selezionando i terricci più adatti e apportando piccole migliorie.

Con il tempo la sua passione mi ha contagiato ed ho cominciato ad affiancarlo nei suoi esperimenti.
La “stanza degli attrezzi” cominciava ad andarci stretta, così abbiamo deciso di restaurare la vecchia stalla di mio nonno per allestire un piccolo laboratorio.
Lavorare con le mani per me è stata una scoperta. Mi ha aperto un mondo!
Così ho cominciato a familiarizzare con smalti acrilici, resine, sagome di legno e tanti piccoli utensili; più tardi, con l’aiuto di un conoscente, ho disegnato e creato delle macchine-prototipo per rendere più snella la lavorazione.

Mancava però un ultimo tassello: migliorare l’estetica dei vasi.
Non volevo dei semplici contenitori, volevo dei complementi d’arredo originali, vivaci e colorati.
Dopo molti tentativi e numerosi fallimenti alla fine è nato il “Velluto Minerale”, una tecnica decorativa di cui vado fiero che riunisce in sé praticità e piacevolezza.


E’ stato gratificante nel tempo condividere con gli altri questa avventura creativa: ho avuto il privilegio di partecipare ad un progetto sperimentale sulla coltivazione in verticale grazie alla Facoltà di Agronomia dell’Università di Pisa, ho preso parte a manifestazioni sul giardinaggio in giro per l’Italia e mi sono divertito a raccontarla in TV e su riviste nazionali; ma la cosa che tuttora mi emoziona di più è osservare l’espressione di sorpresa e il sorriso di chi vede le mie fioriere per la prima volta.

Per un piccolo inventore è questa la ricompensa più grande!


 
 

Ci sono 2 modi per acquistare le fioriere verticali



Presso il laboratorio previo appuntamento

Prima di passare è sempre gradito un appuntamento telefonico (Cellulare 339 4053338) per evitare visite a vuoto in caso di assenza.


Tramite E-mail/Telefono/Whatsapp

Consulta i PRODOTTI sul nostro sito e scegli. Indica quantità e colori di ciascun articolo. Annota nome, cognome, indirizzo ed un numero di telefono

Powered by Watch Dragon ball super