IL TERRICCIO
21 giugno 2016
PIANTE IN APPARTAMENTO: COLTIVAZIONE IN INVERNO
21 giugno 2016

IL LINGUAGGIO DEI FIORI

Il cosiddetto linguaggio dei fiori, detto anche florigrafia, è una maniera per esprimere sensazioni ed emozioni, comunicare messaggi che non sempre potevano essere pronunciati e arriva dall’epoca vittoriana, in cui la pudicizia specie in materia di sentimenti, era la regola. Esiste persino un’arte del linguaggio dei fiori giapponese chiamato hanakotoba. In realtà già dal Medioevo e nel Rinascimento ai fiori si attribuivano significati morali, ma è nell’Ottocento che l’interesse per il linguaggio dei fiori assume il massimo sviluppo.

Tutti i fiori nel mondo hanno, infatti, una voce speciale, che con un filo di magia collega due cuori lontani o vicini. Tuttavia fate attenzione a quale fiore scegliere, perché alcuni hanno significati diversi tra un Paese e l’altro. Per esempio i crisantemi sono i fiori dei morti in Italia ma nel resto dei Paesi europei significano amore alle prime armi.

Il rosso, per esempio, è il colore dell’amore e di tutte le passioni. Con questo colore è stato designato per la prima volta il fuoco, un elemento che arde, che brucia, travolgente proprio come la passione. Regalare, quindi, un mazzo di rose rosse significa dichiarare con tutte le proprie forze l’amore passionale per l’altra persona. I garofani rossi, invece, sono il simbolo di un amore non corrisposto, ma altrettanto presente nei pensieri e nel cuore.

Un altro colore molto espressivo è il giallo, un colore difficile da comprendere, in quanto contiene dentro di sé una molteplicità di significati contraddittori, dalla saggezza alla croseollera, dall’ottimismo all’invidia. Un bouquet di rose gialle per esempio può significare un messaggio d’amore, meno intenso di quello trasmesso dalle rose rosse, o al contempo può voler dire infedeltà o gelosia.

E il viola, colore per eccellenza del potere, simbolizza poi regalità, ambizione ma anche amore a prima vista, dunque regalare delle rose viola, assai rare, significa parlare di un amore che è nato da poco ma può arrivare lontano, pur parlando d’amore si contraddistingue per il messaggio di precarietà.

Mentre il bianco indica purezza ed è il colore perfetto, dei nuovi inizi, della pace e del matrimonio. Inviare una rosa bianca vuol dire chiedere a qualcuno di sposarlo!

Le gerbere trasmettono un messaggio di innocenza e purezza ma assumono diversi significati a seconda del colore dei fiori: la gerbera rosa parla di amore e giovinezza, la gerbera rossa dell’amore passionale e della vittoria, la gerbera gialla è simbolo di gloria, la gerbera arancione di allegria e soddisfazione.

 Il narciso invece è ricco di significati legati a culture anche molto lontane: per gli antichi romani era simbolo dell’aldilà e si piantava sulle tombe, per i Celti era simbolo della purezza e nella cultura ebraica è associato alla bellezza e fertilità della donna, mentre nel cristianesimo è simbolo della rinascita dopo la morte, in Cina porta fortuna e prosperità per l’anno nuovo, poiché la sua fioritura corrisponde proprio al periodo del Capodanno cinese. Dunque regalare narcisi è gradito nel caso di un nuovo lavoro o se si sta cercando di avere più fortuna nella vita. Nel linguaggio dei fiori un bouquet di narcisi vuole ricordare un momento trascorso e non dimenticato.

Mentre una pianta di rodouna pianta di rododendri indica una situazione di pericolo.dendri indica una situazione di pericolo, infatti suggerisce cautela in vista di insidie, dettata dalla tossicità di alcune specie di questo arbusto sempreverde. Antichi rituali e incantesimi magici sfruttavano invece i rododendri per i potenti poteri di protezione, in particolare dell’abitazione.

Ad ogni emozione il suo fiore, dunque, per non lasciare sopiti sentimenti importanti e per annullare le distanze, di qualunque tipo esse siano.

Powered by Watch Dragon ball super