SE IL TERRAZZO È IN PIENO SOLE…
21 giugno 2016
PIANTE CARNIVORE, COME FANNO?
21 giugno 2016

IRRIGAZIONE A GOCCIA IN BALCONE E TERRAZZO

Anche se possedete solo un balcone o un terrazzo è comunque utile pensare all’irrigazione e, contemporaneamente, al risparmio idrico. La soluzione migliore è sicuramente quella di optare per un circuito, un piccolo impianto di irrigazione strutturato su misura. L’impianto automatico vi faciliterà la cura del verde, anche durante le vostre assenze prolungate come le vacanze.

Per prima cosa procuratevi il materiale: scegliendo un impianto a goccia si ha un notevole risparmio idrico; attenzione però che tutte le piante che verranno bagnate abbiano bisogno di un apporto d’acqua simile.

Vi serviranno alcuni accessori:
– un rubinetto doppio (che “sdoppia” il getto d’acqua, in modo da poter utilizzare comunque il rubinetto);
– una centralina/timer;
– dei tubi e lo strumento per forarli all’altezza della vostra pianta;
– dei filtri – meglio se con regolazione della pressione che rendono l’impianto perfetto per ogni pianta;
– i gocciolatori;
– i raccordi;
– i picchetti
e altri piccoli attrezzi per aiutarvi nel lavoro.

Nell’acquisto, scegliete tubi del diametro adatto e un numero adeguato degli altri accessori: per saperlo è utile progettare prima l’impianto, disegnando i gocciolatori e stimando il fabbisogno giornaliero delle vostre piante. In fase di progettazione, ricordate anche di misurare altezze e distanze per capire di che lunghezza acquistare i tubi.

Fatto questo, non vi resta che montare il vostro impianto.
Partite dalla fonte d’acqua, a cui avviterete il doppio rubinetto. Qui poi avviterete la centralina a cui avrete precedentemente agganciato il tubo di linea.

All’altro capo dovrete fissare i regolatori di pressione, a cui avrete a sua volta fissato i tubi dal diametro minore, che andranno posizionati vicino al colletto delle piante. A seconda delle dimensioni del vostro impianto potete optare o per dei gocciolatori da inserire in tubi pretagliati o utilizzare tubi più sottili da forare all’altezza precisa a cui poi andranno fissati i gocciolatori veri e propri. Come ultima accortezza fissate i tubi al terreno con dei picchetti, per rendere solida la struttura.

Ora non resta che programmare la centralina, badando bene di calcolare le necessità delle piante: controllate sempre lo stato del vostro angolo di verde e, se necessario, riprogrammate il timer.

 

Powered by Watch Dragon ball super